1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer

Fei, pubblicato avviso di 600mila euro per progetti regionali di capacity building per promuovere reti antidiscriminazione


L’avviso, realizzato con la collaborazione dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali - Unar, attiene alla presentazione di progetti a valere sull’Azione 7 'Capacity Building', con l’obiettivo specifico di sviluppare reti locali interistituzionali per l’emersione, la prevenzione e il contrasto di fenomeni di discriminazione nei confronti di cittadini di Paesi terzi.


Le modalità di attivazione della rete sono dettagliate nelle 'Linee Guida per la Rete Nazionale Antidiscriminazioni - Costituzione e funzionamento di centri/osservatori territoriali e antenne antidiscriminazioni - UNAR'. L’importo complessivo stanziato per la realizzazione dei progetti ammonta a euro 600.000,00. Le proposte progettuali possono essere presentate esclusivamente da regioni ordinarie, a statuto speciale e province autonome in qualità di soggetti capofila.

Le proposte progettuali potranno essere presentate esclusivamente attraverso il portale https://www.fondisolid.interno.it a partire dalle ore 12.00 del 16 aprile 2013, e dovranno pervenire entro e non oltre le ore 18:00 del 31 maggio 2013.

SCHEDA DI SINTESI DELL'AVVISO

DIPARTIMENTO PER LE LIBERTÀ CIVILI E L'IMMIGRAZIONE DIREZIONE CENTRALE PER LE POLITICHE DELL'IMMIGRAZIONE E DELL'ASILO "FONDO EUROPEO PER L'INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI" 2007-2013

Avviso pubblico per la presentazione di progetti a carattere territoriale finanziati a valere sul Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi terzi — Annualità 2012 — Azione 7 "Capacity building" - Rete Nazionale Antidiscriminazioni.

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse destinate al finanziamento dei progetti presentati a valere sul presente Avviso ammontano ad euro 600.000,00 (seicentomila/00) (IVA inclusa).

SOGGETTI PROPONENTI

Sono ammessi a presentare Proposte progettuali a valere sul presente Avviso in qualità di Soggetto Proponente Unico o di Capofila di Soggetto Proponente Associato esclusivamente:

Regioni ordinarie, Regioni a Statuto speciale e Province Autonome.

Sono ammessi a presentare Proposte progettuali a valere sul presente Avviso in qualità di Partner di

Soggetto Proponente Associato:

- Regioni ordinarie, Regioni a Statuto speciale e Province Autonome ;

- Enti locali, loro unioni e consorzi, così come elencati dall'art. 2 del d.lgs. n. 267/2000 ovvero loro singole articolazioni purché dotate di autonomia organizzativa e finanziaria (es. municipi) ;

- Università, ovvero, singoli Dipartimenti Universitari ;

- Istituti e scuole pubbliche di istruzione primaria e secondaria, nonché sedi disciplinate ai sensi della legge 165/01, nonché sedi dei Centri Territoriali Permanenti (CTP) di cui all'ordinanza ministeriale 455/97 e Uffici Scolastici Regionali/Provinciali ;

- Istituti di Ricerca;

- Organismi governativi o intergovernativi operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso;

- Organismi ed organizzazioni internazionali operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso;

- Fondazioni di diritto privato operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso;

- ONG operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso ;

- Associazioni od ONLUS operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso ;

- Società Cooperative e Società Consortili operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso ;

- Organismi di diritto privato senza fini di lucro operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'Avviso ;

- Associazioni sindacali, datoriali, organismi di loro emanazione/derivazione, Sindacati .

ULTERIORI CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

Se il Partner è un Ente privato, deve svolgere attività senza scopo di lucro.

Se il Partner è organizzato in forma di società cooperativa, ex art. 2511 c.c., o come società

consortile ex art. 2615ter c.c., deve avere finalità mutualistiche.

I soggetti proponenti di cui al precedente art. 4.1 possono presentare una sola proposta progettuale a valere su questo avviso, sia in qualità di Capofila, sia in qualità di Partner. Pertanto se uno stesso soggetto partecipa a più proposte progettuali, queste saranno rese inammissibili.

OGGETTO

L'azione intende sviluppare reti locali interistituzionali per l'emersione, la prevenzione e il

contrasto di fenomeni di discriminazione a carico dei cittadini di Paesi terzi. L'azione intende stimolare l'inserimento delle politiche e delle misure di prevenzione e contrasto delle discriminazioni entico-razziali in tutti i settori dell'azione di governo condotta dalle Amministrazioni pubbliche a livello regionale e locale (mainstreaming), attraverso l'attivazione e il coordinamento di azioni di rete con istituzioni, associazioni, organizzazioni sindacali e datoriali, forze dell'ordine, associazioni di immigrati di prima e seconda generazione, consigliere di parità, istituzioni scolastiche ed enti di formazione.

TIPOLOGIE DI INTERVENTO

  • costruzione e coordinamento delle reti operanti sul territorio al fine di valorizzarne la capillare diffusione e la condizione di prossimità alle potenziali vittime di discriminazioni, in un'ottica di implementazione del riconoscimento e dell'emersione degli atti discriminatori;
  • formazione di operatori locali sul tema delle discriminazioni al fine di condividere strumenti e metodologie e sviluppare sinergie operative;
  • esame di eventuali segnalazioni di fenomeni discriminatori che possono pervenire anche da parte di singoli cittadini o da realtà associative, denuncia degli stessi qualora ne ricorrano i presupposti di legge, o attivazione di percorsi di mediazione anche attraverso la rete territoriale;
  • elaborazione di strumenti per il monitoraggio, l'analisi ed il contrasto legale di qualsiasi fenomeno discriminatorio;
  • raccolta di dati, elaborazione e analisi degli stessi attraverso la messa in rete con il sistema informatico del Contact Center dell'UNAR, tale da consentire la più efficace raccolta, lettura ed elaborazione dei dati concernenti il fenomeno sul territorio;
  • ricerca e studio sul fenomeno del razzismo e delle altre forme di discriminazione, con particolare attenzione alle discriminazioni multiple, a livello regionale;
  • progettazione e realizzazione di iniziative di sensibilizzazione e di informazione sul tema delle discriminazioni;
  • monitoraggio della stampa locale e degli atti amministrativi di enti pubblici o di società partecipate.

DESTINATARI

Sono destinatari della proposta progettuale gli operatori pubblici e del terzo settore che direttamente o indirettamente operano su temi inerenti l'immigrazione, l'integrazione, le pari opportunità, l'antidiscriminazione.

Destinatari finali degli interventi sono i cittadini di Paesi terzi regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale.

AMBITO TERRITORIALE

L'ambito territoriale dell'intervento deve avere carattere regionale o pluriregionale, insistendo sul territorio di una o più Regioni/ Province autonome. Si specifica che sia in caso di progetti regionali che pluriregionali, l'ambito dell'intervento deve insistere sul territorio di almeno due provincie di ciascuna Regione (fatto salvo il caso della Regione Valle d'Aosta).

DOMNDA DI AMMISSIONE

La domanda di ammissione deve essere redatta, a pena di inammissibilità, compilando correttamente ed integralmente la modulistica presente sul portale https://www.fondisolid.interno.it .

BUDGET DI PROGETTO

Il budget complessivo di ogni progetto proposto non deve essere superiore alla dotazione finanziaria del presente Avviso.

SCADENZA

I Soggetti Proponenti devono presentare i progetti utilizzando esclusivamente il portale https://www.fondisolid.interno.it a partire dalle ore 12.00 del 16/04/2013. Non sono ammessi invii cartacei o su format differenti da quelli indicati. Le proposte dovranno pervenire entro e non oltre le ore 18:00:00" del 31/05/2013.

ALTRE INFORMAZIONI

I soggetti interessati potranno inviare quesiti per posta elettronica all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , entro e non oltre il termine di 10 giorni antecedenti la scadenza per

la presentazione dei progetti. Si rimanda, altresì, alla procedura di help desk — pubblicata sul sito internet www.interno.it . Le risposte ai quesiti più frequenti (FAQ) saranno pubblicate sul sito internet www.interno.it per la richiesta di informazioni.

testo dell'Avviso :

http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/25/2013_03_27_Avviso_FEI_2012_azione_7_bis_antidiscriminaz.27.03.13.PDF

SUAP